Il momento buio della Prima Divisione è sotto l’occhio di tutti

le tre gare in 10 giorni non hanno certamente aiutato i ragazzi di Coach Ezio Meneghin, che tra infortuni, allenamenti spostati, imprevisti vari dei ragazzi non sono riusciti a trovare la giusta continuità tra allenamento e partita.

 

15 Novembre, ore 21:30 Noventa Padovana
Noventa vs Pontelongo  54-59
Chen 11, Oladun 11, Mindru 10, Marzola 9, Desiderio 6, Giacometti 3, Birello 2, Santon 2, Cecchinato, Teodori, Pilotto (K)
La gara è una battaglia, come scritto nei giornali da Pontelongo.
Partenza forte degli avversari (parecchi ex promozione nel roster) , i nostri restano spiazzati.
L’intervallo permette ai nostri di ritrovare le energie (e studiare una zona Bulgara impenetrabile) per giocarsi poi il finale punto a punto, ma la maggiore esperienza avversaria chiude il match
Ottima prova dei nostri Oladun (immarcabile) e Mindru (un Vichingo)
Buona guarigione a Daniele F. 19 punti sul campo, ma 4 di sutura come detto dallo stesso ragazzo.

 

21 Novembre, ore 21:30, Villatora
Viltosa vs Noventa 67-46
Pilotto (K) 15, Desiderio 6, Teodori 5, Mindru 4, Petrin 4, Santon 4, Birello 3, Chen 3, Cecchinato 2, Marzola 2, Saieva.
Troppa tensione per giocare un match di questo tipo. Squadra persa per il campo senza alcuna destinazione.
Tiene a galla i nostri Capitan Pilotto, che spara e segna da tutte le posizioni, e Cecchinato che a rimbalzo risulta una molla
 

 

26 Novembre, 21:30 Noventa Padovana
Noventa vs CUS PD
Petrin 10, Mindru 8, Santon 8, Desiderio 7, Teodori 7, Chen 6, Birello 4, Cecchinato, Saieva.
Recuperiamo il “match della sagra” rinviato per maltempo presunto in Veneto.
9 in panca, è già un’allarme. Assenti giustificati, ed assenti spariti, giochiamo lo stesso senza paura.
CUS squadra giovane universitaria, che lascia la gara al loro numero 5, ci punirà per tutta la gara a suon di triple.
Troppi errori banali, i tiri liberi sono un incubo, i contropiedi (concentrazione e basta) sono letali.
MVP Teodori, in difesa è un chirurgo; Santon che da buon piccolo passa in mezzo a chiunque per rubare un pallone o segnare punti facili; e Cecchinato, Cecchi è una garanzia per spirito

 

Prossima trasferta nell’insidiosa Chioggia, mercoledì 5 alle 21:15
la parola d’ordine è solamente una: RIALZARSI, a testa alta

 

Come disse Nereo Rocco
“Che vinca il migliore? Speremo de no “

 
Articolo a cura di ‘The Cigno’

 

PRIMA DIVISIONE: OBBLIGO DI TORNARE A VINCERE