Dall’anno sportivo 2016/17 la Società Noventa Pallacanestro si è arricchita del settore femminile. L’esperienza inizia nel maggio 2016 quando un gruppo di otto atlete del minibasket sceglie di intraprendere un percorso solo al femminile. Dopo i primi Pink Day alla fine della stagione 2015/16 la squadra, sotto la guida del coach Marco Volpato, si iscrive al campionato regionale Under 13.

All’inizio delle attività di settembre la squadra si arricchisce di una nuova decina di atlete. Una squadra tutta nuova inizia il percorso formativo impegnativo senza pretese di vittoria ma con il serio interesse a far crescere tecnicamente tutte le atlete. Il gruppo viene condotto da Marco Volpato e può contare nel vice Luca Taccari. Nel frattempo continuano ad approdare a Noventa nuove atlete finché il gruppo arriva ad un numero di 26 atlete, pertanto a febbraio 2017 il gruppo si divide in due: Under 13 sotto la guida di Marco Volpato e un gruppo Esordienti guidate da Luca Taccari. Le due squadre al gran completo partecipano a pasqua 2017 al torneo di Pesaro con buoni risultati.

La stagione 2016/17 si conclude con un innovativo campo estivo nato all’interno del settore femminile. Dal 15 al 22 giugno 15 ragazze partecipano al primo Women Beach Basket Camp a Lignano Sabbiadoro guidate dalla giocatrice di serie A Valentina Fabbri. Durante il Camp alcuni ospiti speciali hanno contribuito alla buona riuscita dell’esperienza: Angela Gianolla e Silvia Zanetti.

La stagione 2017/18 inizia sulla scia di tanto entusiasmo e un notevole trend di crescita. Si formano sulle basi dell’anno precedente una squadra Under 14 guidata da Marco Volpato, una squadra Under 13 guidata da Luca Taccari e infine una squadra Gazzelle guidata da Monica Formentin e Valentina Rivera.

Il gruppo femminile con continui nuovi inserimenti comincia a prendere il largo.

Il campionato inizia con buone prospettive e con il buon gioco maturato con tanti allenamenti anche estivi, cominciano ad arrivare anche i primi risultati positivi: la squadra Under 14 approda ai play off.

Il 2018 inizia con la proposta di un Pink Day Gazzelle a Noventa Padovana ben riuscito.

Il campo estivo 2018 si arricchisce della partecipazione di una squadra da Villaguardia (CO) e lo staff allenatori può contare oltre a Valentina Fabbri di Fabio Fossati, Laura Ortu e Chiara Cadoni. Più informazioni nel sito www.wbbc.it

L’impegno delle nostre atlete, la professionalità dei nostri tecnici, la partecipazione attiva dei genitori delle ragazze, sono il motore che sta rendendo il progetto femminile a Noventa Padovana un punto di riferimento per tutta l’area di Padova EST.

Il 9 gennaio 2018 Pallacanestro Noventa Femminile e Lupebasket siglano un accordo per la promozione del basket femminile. L’accordo prevede la condivisione di percorsi formativi, l’interscambio di giocatrici e la promozione di eventi congiunti.

La stagione 2018/2019 inizia brillantemente con la formazione di 4 squadre femminili, potendo contare anche sull’arrivo di atlete da società vicine attratte da una proposta sana e di qualità: Promozione, Under 16, Under 14, Esordienti per un numero complessivo a inizio stagione di 60 atlete.

Vincolo sportivo

Pallacanestro Noventa Femminile aderisce alla campagna di sensibilizzazione “Liberatemi dal vincolo sportivo”

Le nostre ragazze della Pallacanestro Noventa sono libere dal vincolo sportivo in ogni momento lo richiedano.
La nostra proposta è basata sulla qualità e sull’attenzione ai bisogni delle nostre atlete e delle loro famiglie. Se fosse un bisogno cambiare squadra per qualsiasi motivo non saremo noi a impedirglielo.
Finora nessuna atleta ci ha mai chiesto di andarsene e se fosse tanto brava saremo i primi a proporgli una opportunità più ambiziosa per il raggiungimento delle proprie aspettative, sempre che siano il successo sportivo.
Non sempre una brava giocatrice cerca il successo, a volte gli basta stare con le compagne a fare lo sport che più gli piace. Sono spesso le aspettative degli adulti a riversarsi in modo “pesante” sui giovani (anche questo va detto). Molte volte sono più agitate le tribune che le panchine!
Siamo convinti che nessuna società possa ritenersi “proprietaria” di una ragazza (o un ragazzo).
Se i ragazzi “appartengono” a qualcuno essi appartengono ai propri genitori che devono sentirsi liberi di fare praticare sport ai propri figli dove preferiscono per comodità e/o qualità e/o opportunità.
I regolamenti hanno una logica che viene frequentemente storpiata solo per interessi economici ai danni della felicità degli atleti e la serenità delle famiglie.
Non lo condividiamo!

il dirigente, Michele Stefanello